Cinema

L’uomo dei sogni – quando un film riesce a farci sognare

locandina

Se amate le storie edificanti, l’ottimismo dell’America degli anni ‘80 che guarda agli anni ‘60 con una certa nostalgia, se pensate che l’America sia la più grande creatrice di storie confortanti che riescono a scaldarti il cuore, se amate gli spazi aperti e le case con altalene sulla veranda che danno su un campo di grano, allora L’uomo dei sogni è il film che fa per voi.

(altro…)

Annunci

Now you see me 2 – Più fantascienza che illusionismo

52630

Now you see me 2 è probabilmente uno dei sequel più inutili della storia del cinema.
Non credo che qualcuno sentisse davvero il bisogno di questo film, poiché il primo era stato sufficientemente piacevole e si era rivelato una deliziosa sorpresa, quindi l’idea di rimettere all’opera i quattro cavalieri illusionisti capitanati da Mark Ruffalo non era del tutto necessaria.
E infatti il film, seppur piacevole, toppa in più punti. (altro…)

Ciao Bambino

14698

Siamo tutti cresciuti con Bud Spencer, inutile negarlo. Quanti di noi non si sono mai trovati, anche per caso, seduti davanti alla tv in una sera d’estate a ridere per la centocinquantesima volta di fronte alle scazzottate di Bambino, Bomber, Bulldozer, Piedone o Lo sceriffo extra terrestre?

Nessuno credo. Ecco perché ieri sera una parte importante della nostra infanzia se n’è andata per sempre. Bud Spencer, vero nome Carlo Pedersoli, era il nonno che avremmo voluto tenere per mano anche a 30 anni, sentendoci sicuri perché ci avrebbe protetto da qualsiasi pericolo.

Ci avrebbe fatto giocare col suo pancione e la sua barba e avrebbe dato un pugno in testa al bulletto che ci faceva i dispetti.

(altro…)

The nice guys – Positivo, molto positivo

nice-guys-poster-lg

È la frase che io e i miei amici ci siamo divertiti a ripetere alla fine della proiezione: “Positivo, molto positivo.” Perché The nice guys ha soddisfatto tutte le nostre già rosee aspettative.
(altro…)

X-men Apocalisse – il primo grande tonfo dei mutanti

cf7kkqeuuaeqame

Anno ricco per i mutanti di casa Marvel, dopo lo strepitoso successo dell’irriverente Deadpool ecco tornare a pochi mesi di distanza gli X-men nuovamente diretti da Bryan Singer, regista di quattro delle sei pellicole dedicate ai mutanti. Sono sedici anni ormai che ci siamo affezionati al professor Xavier & co. seguendo le loro avventure con devozione (stando agli incassi) e se la nuova trilogia iniziata meravigliosamente con l’ottimo X-men L’inizio prometteva di regalare nuova linfa ai personaggi creati da Stan Lee, non si può di certo dire che la saga sia proseguita nel migliore dei modi, anzi.

(altro…)

Il libro della giungla – welcome to the jungle

Il-Libro-della-giungla-Disney-locandina-recensione

Per chi vuole arrivare subito al nocciolo ecco cosa penso de Il libro della giungla: questo film è bellissimo.
Bene, ora veniamo alla recensione: era da tanto,tantissimo tempo che un film non mi stupiva così tanto a livello grafico, probabilmente da Avatar, che però ad oggi non mi ha lasciato molto, se non un senso di magnificenza che permeava tutto il primo tempo e molta azione durante il secondo. Ma è l’aspetto grafico che ora mi interessa: con Il libro della giungla penso si siano superati (altro…)

Criminal – La critica stronca, il pubblico snobba e io ci scrivo su

criminal2016_us

Per quanto mi riguarda, ogni volta che al cinema esce un film con Kevin Costner mi precipito a vederlo.
Stando sempre dentro certi limiti, si intende. Per esempio Litigi d’amore e Vizi di famiglia mi sono guardato bene dall’andare a vederli, anche perché in quel periodo il nostro era reduce dal bellissimo Terra di confine (di cui ho parlato qui) e non volevo assistere a quella battuta d’arresto.
Per Costner non provo lo stesso amore viscerale che ho per Robin Williams o per Robert De Niro (a quest’ultimo ho dedicato un articolo che potete leggere cliccando qui), ma ad ogni modo gli sono molto affezionato perché è stato il protagonista del film che più di tutti ha segnato la mia infanzia: Robin Hood – Principe dei ladri.

(altro…)