Action

Blood Father – Quelle perle che non trovi al cinema

bloodfather_trailer1

Noi appassionati di cinema sappiamo bene quanto siano brutti i problemi di distribuzione nelle sale. Ed è così che talvolta ci capita di dover aspettare mesi, se non anni, per poter vedere un titolo che dall’altra parte dell’oceano è già disponibile in dvd.
Blood father è uno di quei titoli; uscito nelle sale americane ad agosto dello scorso anno, è adesso disponibile da noi in versione digitale.

(altro…)

Annunci

Attacco al potere 2 – quando l’assurdità diventa un pregio

attaccoAlcuni film nascono senza la minima intenzione di sfociare in una trilogia o addirittura in un franchise, e lo dimostrano i titoli. Prendete Io vi troverò per esempio. Nessuno avrebbe mai immaginato che avrebbe avuto due seguiti, e infatti i distributori italiani si sono trovati in difficoltà: non potevano certo intitolare i sequel Io vi troverò 2 e Io vi troverò 3. Quindi con la riedizione del primo film hanno furbescamente lasciato il titolo originale Taken. Per questo è sempre meglio lasciare il titolo originale traducendolo il più fedelmente possibile.
Per quanto riguarda Olympus has fallen (l’Olimpo è caduto) uscito nel 2013, si era deciso di intitolarlo Attacco al potere e di certo nessuno avrebbe mai immaginato che ci sarebbe stato un seguito, nemmeno il produttore più ottimista. Altrimenti penso avrebbero lasciato il titolo originale, che tra l’altro non era malvagio.
E invece oggi ci troviamo in sala Attacco al potere 2, che ha come titolo originale l’assai migliore London has fallen. Se vogliamo essere pignoli c’èra già un film con lo stesso titolo di Edward Zwick uscito nel 1998 con Denzel Washington e Bruce Willis.
Tornando al film in questione, il primo non era per niente male. Era il classico film d’azione che vorresti vedere e che all’uscita dal cinema ti lascia completamente soddisfatto, con terroristi rigorosamente stranieri e l’eroe della storia che ammazza tutti e salva il presidente.
Il secondo è praticamente identico al prima solo che cambiano un paio di cose fondamentali: l’ambientazione, che in questo caso viene spostata in Europa, con la capitale britannica vittima di un attentato pauroso al limite dell’inverosimile e (cosa non da poco) cambia il regista. (altro…)