Autore: GramonHill

Una piccola fiamma

fiammella

Se ho imparato qualcosa nella vita, è che bisogna credere in se stessi anche se nessun altro lo fa.
Sentivo di avere una fiammella di talento, non un grande talento, ma una fiammella che dovevo alimentare regolarmente, come una specie di monaco, per impedirle di spegnersi.
(Kent Haruf)

Ho letto queste parole mentre ero in libreria e avevo tra le mani Crepuscolo, opera di Kent Haruf, terzo capitolo della Trilogia della pianura insieme a Benedizione e Canto della pianura.
La passione per la scrittura talvolta può essere frustrante, ma credo non ci sia niente di più bello e liberatorio; ma come dice Haruf bisogna alimentarla.

(altro…)

Annunci

La stanza magica

proiezione

Milano in autunno è la città più bella del mondo. A questo stava pensando Davide mentre si dirigeva verso il cinema Manzoni, un cinema storico della periferia di Milano che proponeva perlopiù film vecchi e rigorosamente su pellicola, poiché non ancora attrezzati per la nuova tecnologia digitale. E il signor Cesare, storico proprietario del cinema, non aveva la minima intenzione di attrezzarsi per questo progresso tecnologico. Un po’ per una questione economica e in gran parte per una questione filosofica. Davide era quasi giunto all’ingresso del cinema, ma non aveva fretta, anzi, da come camminava e si guardava intorno sembrava non volesse perdersi un particolare di quello che lo circondava.

(altro…)

Dropkick Murphys and Flogging Molly for the first time on the same fucking stage

Dropkick-Murphys-and-Flogging-Molly-at-Carroponte-MI

Giovedì 6 luglio, cinque giorni prima del concerto:

guardo i turni della settimana e vedo che martedì finisco di lavorare alle 20.
Era da tempo che accarezzavo l’idea di andare a un concerto dei Dropkick Murphys, ma gli spazi chiusi per quel tipo di concerti li trovo leggermente claustrofobici, e pogare non è esattamente il mio forte. Meglio quindi uno spazio all’aperto dove aver la possibilità di defilarsi stando comunque all’aria aperta. Quindi, appena saputo che martedì 11 luglio si sarebbe tenuto un concerto dei Flogging Molly e i Dropkick Murphys al Carroponte di Sesto San Giovanni (la mia città) subito in me si è acceso l’interesse.

(altro…)

Spider-man: Homecoming – Il giocattolo Marvel continua a funzionare

spiderman-homecoming

Il nuovo capitolo dell’Uomo ragno funziona per diversi motivi: il primo in assoluto è il cattivo.
In questo film assistiamo a quella che è probabilmente la presentazione del cattivo più veloce della storia del cinema; infatti vediamo Michael Keaton da capo cantiere in fallimento diventare l’Avvoltoio ancora prima che compaia il titolo del film.

(altro…)

25 aprile a Sesto San Giovanni

resistenza

Sono nato e cresciuto a Sesto San Giovanni, esattamente trent’anni fa.
Un’infanzia vissuta nella Stalingrado d’Italia coi pomeriggi d’estate passati in un parco che si chiama Carlo Marx; questo probabilmente ha influito non poco sulla mia visione romantica e nostalgica di una vita operaia che ora purtroppo non c’è più.
Ho fatto in tempo a vedere le rotaie che tagliavano le strade, che consentivano il trasporto di merci all’interno degli stabilimenti Breda, Falck e Marelli.
Quando da piccolo passeggiavo per strada con mia nonna, ricordo che ci fermavamo sempre a guardarle; in particolare ho ancora in mente le rotaie lungo via General Cantore.

(altro…)

Blood Father – Quelle perle che non trovi al cinema

bloodfather_trailer1

Noi appassionati di cinema sappiamo bene quanto siano brutti i problemi di distribuzione nelle sale. Ed è così che talvolta ci capita di dover aspettare mesi, se non anni, per poter vedere un titolo che dall’altra parte dell’oceano è già disponibile in dvd.
Blood father è uno di quei titoli; uscito nelle sale americane ad agosto dello scorso anno, è adesso disponibile da noi in versione digitale.

(altro…)

La battaglia di Hacksaw Ridge – Bentornato Mel

hacksaw-ridge

A Mel Gibson regista non gli si può dire niente. L’abbiamo sempre saputo, da quando nel 1993 consegnò il suo primo gioiello dal titolo L’uomo senza volto, che in realtà era solo un piccolo e delizioso antipasto; l’esplosione sarebbe avvenuta due anni dopo con Braveheart a cui seguì il trionfo che noi tutti sappiamo. Poi due film controversi come La passione di Cristo e Apocalypto, e a seguire violenze domestiche e dichiarazioni antisemite che gli sono costate le porte chiuse di Hollywood. Nemmeno la nuova vita da villain cinematografico vista ne I mercenari 3 e Machete kills ha avuto i risultati sperati sotto il profilo degli incassi; invece il ritorno alla regia a dieci anni da Apocalypto pare aver riportato Gibson sulla retta via, tanto che la sua ultima opera ha portato a casa sei nomination agli Oscar, tra cui Miglior film, miglior regia e miglior attore protagonista.

(altro…)