A-buon-mercato-Poster-antiquariato-negozio-Stampe-Su-Tela-Parete-Della-Tela-di-canapa-Street-View.jpg_640x640

Ieri ho passato una giornata a Varazze (SA) insieme alla mia fidanzata; è stata forse la giornata più calda di questa estate appena cominciata (ma che per me è iniziata prima perché ho fatto due settimane di ferie in Salento le ultime due di maggio).
Verso le 13 ci siamo allontanati dalla spiaggia per mangiare qualcosa, quando ho visto una libreria aperta. Il caldo era un ottimo pretesto per entrare e fare un giro tra gli scaffali pieni di libri stando un po’ al fresco.

Mentre stavamo passeggiando all’interno della libreria vuota, sento in sottofondo una deliziosa canzone che mi ha riportato indietro di quindici anni grazie all’incipit inconfondibile e una musica deliziosa: “Non si può cercare un negozio di antiquariato in via del Corso, ogni acquisto ha il suo luogo giusto e non tutte le strade sono un percorso”.

Il titolo della canzone è “Il negozio di antiquariato”, brano del 2003 di Niccolò Fabi contenuto nell’album “La cura del tempo”.
Questa canzone la ascoltavo spesso nel 2003 poiché il video veniva trasmesso con una certa frequenza su MTV, che in quei giorni era la colonna sonora delle mie giornate. Infatti ricordo a memoria tutti i video delle canzoni più importanti del periodo 2002/03.

All’epoca ricordo che quel brano non mi dispiaceva, ma al di là di MTV non mi sono mai ritrovato ad ascoltarla per conto mio. Era una piacevole compagnia occasionale, niente di più.
Non ho mai approfondito la discografia di Niccolo Fabi perché pensavo che se i singoli radiofonici erano brani lenti e non di rapida presa, chissà quanto erano noiosi gli album. Ah… l’ingenuità adolescenziale. Infatti mi sbagliavo. Fabi è un cantautore sottovalutato che andrebbe approfondito maggiormente.

Quindi “Il negozio di antiquariato” mi ha colto di sorpresa mentre, guarda caso, mi trovavo in un luogo per me sempre molto suggestivo come una libreria, che ben si sposa con le parole del testo.
Un testo che invita a cercare le cose nel posto giusto e di prendersi il tempo che serve per gustarsi la bellezza delle cose. “Non si può trovare un negozio di antiquariato in via del Corso”, dove tutto è omologato e tutti vanno di fretta. “Ogni acquisto ha il suo luogo giusto”, la bellezza va quindi cercata nei posti giusti e bisogna saperla aspettare.

Ma le più lunghe passeggiate
le più bianche nevicate e le parole che ti scrivo
non so dove l’ho comprate
di sicuro le ho cercate senza nessuna fretta”.

La fretta è nemica della bellezza. Le cose più belle vanno gustate con calma, assaporate.
E soprattutto non bisogna avere fretta di trovare qualcosa di bello e unico.

La musica dall’andamento vagamente jazz, grazie agli ottimi musicisti tra i quali Stefano Di Battista al sax, la rende particolarmente suggestiva, facendoti sentire cullato per tutta la durata della canzone. Mi sono seriamente emozionato mentre la ascoltavo: un po’ perché non la ascoltavo da quindici anni, e un po’ perché il passare del tempo mi ha permesso di apprezzare maggiormente questa perla che a sedici anni non avevo saputo comprendere del tutto.

La libreria passava in secondo piano rispetto ai bar e i negozi di souvenir, e infatti era vuota.
Questo fatto ha contribuito a tradurre per immagini un passaggio della canzone:

Per ogni cosa c’è un posto
ma quello della meraviglia
è solo un po’ più nascosto”.

Qui sotto potete leggere il testo della canzone per comprenderne meglio la delicatezza e la poesia.
Se non la conoscete vi consiglio vivamente di cercarla su YouTube. Credetemi, ne vale la pena.

IL NEGOZIO DI ANTIQUARIATO

Non si può cercare un negozio di antiquariato
in via del corso
Ogni acquisto ha il suo luogo giusto
e non tutte le strade sono un percorso
Raro è trovare una cosa speciale
nelle vetrine di una strada centrale
Per ogni cosa c’è un posto
ma quello della meraviglia
è solo un po’ più nascosto
Il tesoro è alla fine dell’arcobaleno
che trovarlo vicino nel proprio letto
piace molto di meno
Non si può cercare un negozio di antiquariato
in via del corso
Ogni acquisto ha il suo luogo giusto
e non tutte le strade sono un percorso
Come cercare l’ombra in un deserto
o stupirsi che è difficile incontrarsi in mare aperto
Prima di partire si dovrebbe essere sicuri
di che cosa si vorrà cercare dei bisogni veri
Allora io propongo per non fare confusione
a chi ha meno di cinquant’anni
di spegnere adesso la televisione
Non si può entrare in un negozio
e poi lamentarsi che tutto abbia un prezzo
se la vita è un’asta sempre aperta
anche i pensieri saranno in offerta
Ma le più lunghe passeggiate
le più bianche nevicate e le parole che ti scrivo
non so dove l’ho comprate
di sicuro le ho cercate senza nessuna fretta
perché l’argento sai si beve
ma l’oro si aspetta

Annunci