Criminal – La critica stronca, il pubblico snobba e io ci scrivo su

criminal2016_us

Per quanto mi riguarda, ogni volta che al cinema esce un film con Kevin Costner mi precipito a vederlo.
Stando sempre dentro certi limiti, si intende. Per esempio Litigi d’amore e Vizi di famiglia mi sono guardato bene dall’andare a vederli, anche perché in quel periodo il nostro era reduce dal bellissimo Terra di confine (di cui ho parlato qui) e non volevo assistere a quella battuta d’arresto.
Per Costner non provo lo stesso amore viscerale che ho per Robin Williams o per Robert De Niro (a quest’ultimo ho dedicato un articolo che potete leggere cliccando qui), ma ad ogni modo gli sono molto affezionato perché è stato il protagonista del film che più di tutti ha segnato la mia infanzia: Robin Hood – Principe dei ladri.

Credo che non sarei la stessa persona se non fosse per quel film, e credo anche che la mia infanzia sarebbe stata molto più piatta se fosse stata priva di quella bellissima pellicola, quindi nel bene e nel male proverò sempre un certo senso di gratitudine per l’attore, regista e anche musicista.

E fu così che una sera di marzo (mentre stavo andando a vedere Regali da uno sconosciuto) mi sono imbattuto in un gigantesco cartellone orizzontale nel quale primeggiavano certi nomi altisonanti;
Oltre al buon Kevin vi erano menzionati niente di meno che Tommy Lee Jones e Gary Oldman, due attori giganteschi, che condividevano lo spazio con l’attrice israeliana Gal Gadot (Di recente vista in Batman V Superman nei panni di Wonder Woman) e Ryan Reynolds, reduce dal successo di Deadpool.
Quindi mi sono fermato un attimo e ho pensato che quel film avrei dovuto assolutamente vederlo.
Al diavolo il trailer, al diavolo la trama, c’era Kevin Costner quindi andava visto.

Allora non ho visto il trailer e sono andato a vedere il film. La prima cosa che ho pensato è stata: cazzo Kevin non ha lo stesso doppiatore;  che poi per il tipo di personaggio che qui interpreta la voce che gli hanno dato va più che bene però ormai mi ero abituato a sentirlo con la voce di Luca Ward (Robin Hood e Terra di confine su tutti) e il doppiatore abituale Michele Gammino (Balla coi lupi, JFK, Guardia del corpo, Un mondo perfetto, Waterworld, 3 days to kill, Le parole che non ti ho detto e i rèclame del tonno Rio Mare) sì avete letto bene, ho scritto rèclame. Perché mi piaceva e volevo rendere omaggio a mio nonno che lo diceva sempre.

Doppiatore a parte, Criminal è il classico film che annovera grandi attori e viene massacrato dalla critica, però alla fine fa quello che deve fare: ti intrattiene. Certo è un po’ un’occasione persa, perché attori di un certo livello possono essere usati molto meglio, ma perlomeno riescono a conferire al film quel quid in più senza il quale il film sarebbe stato completamente anonimo.
La cosa interessante del film è la contrapposizione tra analogico e digitale. In un mondo sempre più digitale e cyber, gli scontri e la resa dei conti tra i personaggi sono rigorosamente analogici. E questo è un aspetto che mi esalta molto. Il che mi fa venire in mente Jason Statham ne I mercenari 2 che dopo aver ucciso un cattivo a suon di pugni esclama: “Non si batte la vecchia scuola”.

Due paroline veloci sulla trama: Ryan Reynolds è un agente in possesso di informazioni importantissime che viene ucciso portandosi nella tomba quei segreti di stato. Quindi si decide di trasferire la sua memoria in un criminale che non prova sentimenti, uno scarto della società, (un “sacrificabile” tornando in tema “Mercenari”) interpretato da Kevin Costner. Quest’ultimo dovrà fare i conti con ricordi non suoi e alla strana sensazione di provare finalmente dei sentimenti, con il capo della CIA Gary Oldman che lo usa solo per scopi personali ma che non gli dispiacerebbe vederlo morto, e con il cattivo di turno. Ma soprattutto dovrà vedersela con la vedova di Ryan Reynolds interpretata da Gal Gadot, e qui scopre che è impossibile non provare sentimenti di fronte a un pezzo di donna così.

Criminal è un film che consiglio per passare due ore piacevoli, che offre belle scene d’azione e un Kevin Costner in un ruolo un po’ diverso dal solito. Niente di memorabile ma comunque un ottimo fanta thriller.
I critici l’hanno massacrato e sicuramente il film ha i suoi bei difetti ma io che non sono un critico non sono in grado di analizzare quegli aspetti quindi mi sono goduto Criminal per quello che è.

Il regista si chiama Ariel Vromen, ed è israeliano; e dal momento in cui il film è costato 31 milioni e ne ha incassati 17 in tutto il mondo dubito che lo rivedremo tanto facilmente dietro la macchina da presa, se non in produzioni molto più piccole.

Buona visione.

Annunci

14 comments

  1. Beh, sai, anche registi grandissimi hanno fatto flop memorabili, prima o dopo essere diventati grandissimi. Per dire, Popeye, primo film in assoluto interpretato da Robin Williams (1980), era di Robert Altman. Cinque Oscar, Palma d’oro, a Cannes per MASH, non so quante nomination, Orso d’Oro a Berlino e non so che altro. Io adoro Popeye ma credo sia stato uno dei flop tra i peggiori della storia del cinema. Robin Williams disse una volta una cosa tipo che dopo quel disastro aveva acquisito la fiducia di poter fare qualunque cosa e sopravvivere comunque. E Robin comunque era già una star in America, conosciutissimo per i ruoli in tv e come comico in teatro. L’imponderabile è sempre dietro l’angolo… Non so se personalmente andrei a vederlo questo “Criminal”, non è tanto il mio genere, però tu riesci spesso a incuriosirmi 🙂

    Mi piace

    1. C’è da dire che Altman non ha mai fatto film di grande successo al botteghino. Molti capolavori apprezzati da pubblico e critica ma a livello di incassi non ha mai fatto il botto. Prendi pee esempio Il dottor T e le donne. È uno dei titoli più “commerciali” pensati per il grande pubblico e ha incassato 23 milioni. Ha recuperato di gran lunga i costi però non è una cifra da grande pubblico. Penso anche a Night Shyamalan: partito col botto, grande fiducia in lui ma dopo tre flop il suo ultimo film è una produzione molto più piccola e costata poco. Comunque sono contento di incuriosirti, se mai guarderai il film spero che ti possa piacere.

      Liked by 2 people

      1. Caspita hai ragione. Mash fu un successone, che permise infatti ad Altman di fare un po’ quello che voleva da lì in poi. In fin dei conti i film più celebri sono Mash e Nashville, anche questo un successo che incassò 9milioni, recuperando le spese, però se pensi che nello stesso anno Lo squalo fece 196milioni…. Comunque sono contento che tu abbia citato Altman perché è uno dei registi che amo, e mi hai fatto venire in mente che l’anno scorso ho comprato in dvd il suo Bufalo Bill che ancora non ho visto. E nella libreria in cui sono stato a Trieste (di cui ho parlato qui https://gramonhill.wordpress.com/2016/04/22/il-paradiso-dei-libri-trieste/) ho trovato I compari, dal quale Altman ha tratto il suo bellissimo film.

        Liked by 1 persona

    1. Il doppiatore è molto importante, infatti quando Robin Williams fu doppiato da Ugo Pagliai in Eliminate Smoochy questo mi ha rovinato la visione. Comunque a conti fatti per il tipo di personaggio che Costner interpreta in questo film, il solito doppiatore non andava bene. Quindi questa volta li perdono 🙂

      Liked by 1 persona

  2. Non son un grandissimo fan di Kevin Costner, ma capisco benissimo la fedeltà che ti spinge verso i suoi film, belli o brutti che siano [faccio anch’io la stessa cosa ma per Bruce Willis 😀 ].
    Per queste e altre ragioni [tipo il trailer che non mi ha ispirato] il film non sono andato a vederlo. Magari lo guarderò più avanti quando uscirà in home video 🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...