Deadpool – divertente ma insopportabile

locandina (3)Si sono spesi decine e decine di aggettivi per Deadpool, il nuovo film Marvel: Intelligente, divertente, irriverente, novità, festa per gli occhi, ecc…
Ma è davvero così sorprendente il nuovo cinecomic, da mesi protagonista di un estenuante countdown sui social? Come suggerisce il sottotitolo che ho dato all’articolo: cosa c’è di divertente e insopportabile in questo film? Vediamolo insieme.

Deadpool ha sicuramente portato una ventata d’aria fresca presso il pubblico malato di cinecomics, stanco di sequel, reboot, remake e via discorrendo. Ma il problema di Deadpool non è tanto il film in sé, ma il pubblico per il quale è stato pensato.
Quel pubblico fatto di ragazzini malati di social, che ogni giorno condividevano qualche nuovo spoiler sul film, quel pubblico fatto di youtubers che ne sa una più della Marvel, quelli che aspettano con impazienza l’immancabile cameo di Stan Lee e quando arriva li trovi puntualmente a puntare il dito per farsi vanto della propria cultura con l’amico seduto di fianco che non sa niente di fumetti. Quel pubblico secondo il quale se in una sparatoria si vede uscire materia cerebrale allora è una scena girata bene. È il pubblico a essere fastidioso non il film.
Anche se, a dirla tutta, non è che il film sia tutta questa novità che ti faccia gridare al miracolo.

Certo, rispetto ad altri cinefumetti ci sono delle scene sicuramente originali e divertenti.
Una su tutte i titoli di testa, che non sto qui a spoilerare. Oppure quando il nostro eroe con un coltello conficcato in testa vede immagini disegnate confondersi con la realtà. Questa e altre scene tengono viva l’attenzione. Ma è l’eccesso di volgarità e violenza gratuita che ti fa pensare che tutto questo sia stato portato all’estremo per eccitare un pubblico composto per lo più da adolescenti che non sarebbero in grado di star dietro ad un qualsiasi intreccio di trama, ed è per questo che il film è solo un’accozzaglia di battute volgari, sparatorie e scene d’azione che non implicano alcuno sforzo mentale, e una volta finito il tutto il pubblico esce di sala ridendo come un deficiente (senza per altro fermarsi a guardare i titoli di coda).
Il realismo, seppur in stile fumettistico, lascia pensare ad altri titoli recenti quali Kick-ass e Kingsman, e forse con una regia più adeguata il film avrebbe potuto raggiungere il livello di queste ultime due pellicole, che proponevano delle scene d’azione estreme ma bellissime e divertenti.

Altra nota negativa è l’eccesso di auto ironia. C’era così tanto bisogno di prendersi in giro? Il cinecomic è arrivato al punto di dover prendere in giro se stesso per registrare numero da capogiro al botteghino?
E poi diciamocela tutta: alcune battute sono davvero tristi. Come quando il protagonista Ryan Reynolds, a letto con la tipa, riflette su Liam Neeson e la serie Taken, dicendo “Sai, ne hanno fatti tre di quei film. Viene da chiedersi se sia un buon padre”. Era una battuta che avevamo già letto su Facebook,ed è questo che tristemente ti dà da pensare, ed esplicitamente ti suggerisce il target di riferimento.
Quando Deadpool guarda in camera e dice “Credete che Ryan Reynolds abbia fatto carriera per le sue doti attoriali?”, c’era bisogno di arrivare a tanto per voler essere innovativi?
Passi la freddura sul professor Xavier (McAvoy o Stewart?), e il fatto che Deadpool sia il primo eroe dei fumetti post-moderno, creato nel 1991,celebre per la rottura della quarta parete, le auto-citazioni e il farsi beffe dei “colleghi”, ma a tutto dovrebbe esserci un limite.

Ad ogni modo la scena finale vale da sola il prezzo del biglietto. Il combattimento tra Colosso e Gina Carano contiene la giusta dose di adrenalina, violenza ed erotismo. Certo, Colosso ne esce un po’ come un citrullone ma è giusto così; il personaggio risulta così divertente e simpatico.
Mentre continua la maledizione del cattivo Marvel: neanche questa volta sono riusciti a rendere memorabile o carismatico l’antagonista. Anche se devo dirla tutta, nemmeno Deadpool ha tutta questa gran personalità. Ryan Reynolds continua a non convincermi come attore e anche se in Deadpool ha trovato il ruolo della sua carriera, il suo rimarrà un personaggio che oltre a battute volgari sparate a raffica non ha un granché da offrire.
Ed è un peccato.

Annunci

13 comments

  1. Straquotone per quanto riguarda l’espertone di sala! Mamma mia alle spalle io avevo uno che non ti dico [anzi te lo dico: DUE PALLE!!!]. Durante il fine primo tempo poi in tutta la sala è partita la gara di chi ne sapeva di più….

    Ma pubblico del cazzo a parte, a me il film è piaciuto parecchio! Posso capire l’asciugamento di palle nel vedere il faccione di Deadpool ovunque nel web [io sto cominciando ad odiare Batman, fai un po tu], ma per me il film funziona in quello che dovrebbe fare: divertire e intrattenere.

    Alla fine è sempre la solita storia di quando si parla di cinecomics: deve essere leggero o preso in modo serio? Deadpool si presta ovviamente ad un approccio leggero e ignorante, durante gli anni [i primi anni a dire il vero] ci sono stati passi avanti nella caratterizzazione del personaggio per renderlo più profondo, ma dubito che una cosa del genere avrebbe funzionato sul grande schermo. Non al primo film almeno.

    Poi oh, se non ti è piaciuto ci sta 😀 non sono uno di quelli che martella chiunque non la pensi come lui! XD

    Mi piace

    1. Non posso dire che non mi sia piaciuto. è un film ideale per passare una serata piacevole e divertente e tra le altre cose ho apprezzato il fatto che ci abbiano risparmiato la noia delle origine grazie ai flashback. Però come dicevo, se fosse stato diretto da uno come Matthew Vaughn che ha diretto Kick-ass e Kingsman secondo me sarebbe venuto fuori molto meglio. Poi ti faccio un esempio, una cavolata: quanto l’hanno tirata lunga con Hugh Jackman? va bene la battuta sulle lame, va bene la foto dal giornale, ma così vuol dire prendere un’idea e spremerla fino all’esaurimento. Secondo me la pecca più grande è che si sente che hanno voluto esagerare. Sa di forzatura. L’approccio leggero ci sta tutto, non volevo di certo che prendessero sul serio un personaggio così, però gli manca quel qualcosa che ha reso esilaranti (a mio avviso) film come Kick-ass.

      Mi piace

  2. Io ho adorato il film, proprio per quello che è: fastidioso, irriverente, autoironico e terribilmente volgare.
    Ho amato le scene splatter, non perchè la mia idea di cinema sia particolarmente affine al genere, ma perchè secondo me ci stava! Non ho neanche trovato il pubblico fastidioso, anzi… Ridevamo semplicemente, io ed il mio amico facevamo commenti e sì, a volte veniva fuori qualche commento da “sapientone” su Marvel e company, ma mai fatto in maniera saccente o altro.. Ci siamo solo divertiti, tutto qui.
    Credo che sia un film senza pretese, che non deve essere troppo analizzato e preso sul serio… E’ fastidioso e divertente, adatto a passare una serata in compagnia e poi esser messo nel cassetto, senza troppe pretese. 🙂

    Liked by 1 persona

    1. È proprio quello che dici nelle ultime righe il problema. Temo si tratti di un film usa e getta. Scusa se sono ripetitivo ma torno a citare Kick ass. Quel film a distanza di cinque anni sono ancora qui a ricordarlo e aver voglia di vederlo. Per Deadpool non credo sarà così ed è un peccato. È la forzatura il problema di questo film. Il voler essere “oltre” spiattellato in ogni situazione.

      Mi piace

      1. Sì, su questo hai perfettamente ragione: è uno di quei film che guardi e poi festa finita, non da grandi spunti a riflessioni e cose varie. Secondo me dipende dalle pretese del singolo: sai, io ne avevo talmente poche che non potevo che uscirne entusiasta. XD

        Mi piace

  3. Sono d’accordo sulla tua analisi del target a cui è indirizzato il film. Nelle fumetterie (le due che frequento) ho visto letteralmente esplodere la moda di Deadpool tra le facce di ragazzini che fino a trenta secondi prima si ammazzavano di manga. Io sono un appassionato sia di marvel che di DC (più di quest’ultima) e devo ammettere che solo in qualche rara occasione Deadpool mi abbia davvero convinto. In quelle poche occasioni era la spalla o il cattivo di qualche personaggio più famoso.
    Detto questo non credo che lo vedrò al cinema. Aspetterò la versione casalinga, anche se continuo ad avere dei dubbi. Magari non lo prenderò neppure al momento dell’uscita magari aspetterò qualche sconto.

    Mi piace

    1. Guarda, ti dirò. .. a volte bisogna lasciare che sia il tempo a giudicare. E dopo poche settimane di Deadpool mi è rimasto ben poco. Quindi ti consiglio di guardarlo comodamente a casa tua e non scomodarti ad uscire.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...