Film in uscita

Fine settimana appetitoso per gli appassionati di cinema, con uscite che tendono a soddisfare tutti i palati.

Vediamo quali sono i film appena usciti in sala (ieri).

 

locandina (1)Il caso spotlight è uno dei film più attesi poiché candidato a sei oscar tra cui Miglior film. Molto probabilmente vincerà la tanto ambita statuetta, ma non è ancora detta l’ultima parola.
Il film annovera un cast eccellente tra cui Mark Ruffalo, che nonostante sia noto ai più per la sua militanza negli Avengers nelle vesti di Hulk, non ha mai disdegnato ruoli Indie dimostrandosi un ottimo attore.
Michael Keaton reduce dall’ottimo Birdman, dove per poco non portava a casa la statuetta come miglior attore soffiatagli da Eddie Redmayne che, guarda caso, lo troviamo questo weekend al cinema con The danish girl, e attore entrato nella memoria collettiva Grazie al Batman di Tim Burton.
Rachel McAdams e Liev Schreiber completano il ricco cast.
La trama è impegnativa: Dei giornalisti indagano su un sacerdote che nel corso di trent’anni ha abusato di minori.
Da vedere.

 

locandina (2)The danish girl è il nuovo film di Tom Hooper, nome salito alla ribalta nel 2010 quando l’ottimo Il discorso del re si portò a casa i premi oscar principali tra cui proprio la statuetta per il miglior regista.
Due anni dopo è tornato con Les miserables che fu un ottimo successo di pubblico ma la critica non lo accolse favorevolmente come la sua opera precedente. Ora il regista inglese ci riprova con una storia delicata e complessa. Ambientato nella Danimarca dei primi del ‘900, racconta le vicissitudini di un pittore che, trovandosi a sua agio in abiti femminili, va incontro ad una crisi personale non capendo più chi sia veramente. Tenterà così una cosa mai tentata prima: un intervento chirurgico per cambiare il sesso.
Protagonista Eddie Redmayne (premio oscar lo scorso anno per La teoria del tutto) credibile nella sua androginia. Alicia Vikander interpreta il ruolo della moglie.
Il film, già uscito in altri paesi tra cui l’America, ha incassato finora 44 milioni di dollari recuperando le spese di produzione che si stimano attorno ai 15 milioni.
Merita di sicuro una visione.

 

locandina (3)Deadpool è probabilmente il film più atteso di questo mese, complice la massiccia campagna di marketing che si è svolta sui social network. Il film fa parte dell’universo degli X-men e propone un mutante che avevamo già intravisto nel primo spin off dedicato a Wolverine nel 2009.
Racconta di Wade Wilson, un ex mercenario che accetta di sottoporsi ad un esperimento per guarire da un cancro e acquisisce così il potere del fattore rigenerante, diventando praticamente indistruttibile, una vera figata peccato però che il volto risulterà del tutto sfigurato. Doverosa la vendetta.
Il film è un vero e autentico azzardo. Per prima cosa è il primo film Marvel ad essere vietato ai 16 anni dai tempi di The punisher (2008). Inoltre a parte Ryan Reynolds, non ci sono nomi di richiamo nemmeno in cabina di regia e sceneggiatura. Reynolds, tra l’altro, dopo aver inanellato un flop dietro l’altro tra cui Lanterna verde (stando sempre nel mondo dei cine comics) non era assolutamente una garanzia.
Il primo weekend di programmazione ha fatto tirare un sospiro ai produttori grazie ai suoi 264 milioni worldwide. Già annunciato quindi il sequel.
Da vedere assolutamente.

 

locandina (4)Zootropolis è il 55esimo classico Disney ed esce prima in Italia che in America, dove uscirà il 4 marzo.
Come gli illustri precedenti Robin Hood, Il re leone e Chicken Little, il film torna ad avere come protagonisti solo ed esclusivamente animali.
In questa storia il mondo animale non è più diviso tra predatori e prede ma armoniosamente coabitato, ma a quanto pare qualcuno possiede ancora lo spirito atavico secondo il quale il più forte comanda, e quindi la coniglietta Judy e la volpe Nick dovranno indagare.
Dal trailer il film si preannuncia molto divertente e dinamico.
Ormai è diventata clou la scena dei bradipi addetti all’ufficio.
Piacerà sicuramente ai più piccoli e anche agli adulti per i contenuti non banali tra i quali l’integrazione.
In quanto classico Disney la visione è quasi d’obbligo.

 


locandina (5)

Onda su onda è il nuovo film diretto e interpretato da Rocco Papaleo, che nel 2010 aveva entusiasmato critica e pubblico con Basilicata coast to coast, mentre nel successivo Una piccola impresa meridionale nel 2013 non aveva saputo replicarne il successo.
Riuscirà a convincere con questa sua terza opera?
A giudicare dal trailer sembrerebbe di no. È vero che non bisogna giudicare un libro dalla sua copertina, ma le scene mostrateci finora non sembrano proporre una storia interessante e perfino gli attori sembrano poco convinti. Noi comunque decideremo di dargli un’opportunità perché Papaleo ci sta molto simpatico e ci ha convinto nelle ultime interpretazioni, tra cui Un boss in salotto e La scuola più bella del mondo.
Questa volta al suo fianco troviamo ancora una volta Alessandro Gassman.
Il film esce in 324 sale quindi i distributori sono abbastanza fiduciosi.

 

locandina (6)Fuocoammare è il nuovo film del regista e documentarista italiano Gianfranco Rosi, che torna tre anni dopo Sacro GRA vincitore del leone d’oro alla 70esima mostra del cinema di Venezia.
In questa nuova opera il regista racconta Lampedusa attraverso gli occhi di Samuele, un dodicenne che ama giocare con la sua fionda e andare a caccia mentre intorno a lui l’isola parla di quelle migliaia di persone, tra cui donne e bambini, che negli ultimi anni hanno attraversato il mare alla ricerca di una vita migliore o solo nella speranza di sopravvivere, talvolta non riuscendoci.
Unico film italiano in gara alla LVI Berlinale 2016, esce in sole 49 sale e sarà sicuramente una visione interessante per tutti coloro che amano il cinema italiano e soprattutto le storie più “scomode”. Per chi è sensibile al tema dell’immigrazione e per chi vuole capirne di più di questo dramma che colpisce migliaia e migliaia di innocenti e viene spesso strumentalizzato.

 

locandina (7)Cinquanta sbavature di nero non è altro che la parodia di Cinquanta sfumature di grigio, grande incasso dello scorso anno ispirato all’omonimo best seller.
Il protagonista Marlon Wayans non poteva tirarsi indietro dal prendere in giro una tra le pellicole di maggior successo del 2015.
I risultati gli hanno quasi sempre dato ragione grazie a titoli come Scary movie e Ghost movie.
Questa volta però il tonfo è stato clamoroso. Appena 11 milioni di incasso in America, andando incontro così al più grande flop della sua carriera. Nel film vengono presi in giro altri titoli tra cui 12 anni schiavo, Django unchained, Magic Mike e perfino Il laureato.
Ma a quanto pare il pubblico si è stancato di film demenziali che non fanno ridere.
Perché quando nemmeno il trailer ti strappa una mezza risata allora c’è ben poco da sperare; e allora viene quasi da chiedersi se forse non sia meglio, per quanto assurdo, andarsi a rivedere l’originale Cinquanta sfumature di grigio.

 

Per concludere consiglio a tutti di andare al cinema per sostenere questa meravigliosa arte e auguro a tutti una buona visione.

Annunci

5 comments

  1. Così tanti film da vedere e così poco tempo [e soldi] 😀
    DEADPOOL l’ho visto ieri sera e quindi una è fatta [tra l’altro consigliatissimo, non ho smesso di ridere un attimo!], il prossimo obbiettivo è THE DANISH GIRL o IL CASO SPOTLIGHT, entrambi film interessantissimi e potenziali premi Oscar [sono curioso per Redmayne, dal trailer sembra abbia fatto un’interpretazione magistrale].
    Anche ZOOTROPOLIS non sembra male…oddio troppi film, troppe cose da vedere! 😀

    Mi piace

  2. Marlon in Scary Movie 1 e 2 ti faceva morir da ridere, la scena della pianta che lo arrotola e se lo fuma e geniale, ora purtroppo ha perso di genialità. Tutti uguali sono.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...